Pearl Jam ovvero quando le emozioni vanno condivise

E’ da un po’ che non scrivo, principalmente per pigrizia. Poi nella vita ti succede, o meglio programmi e realizzi una di quelle poche cose che per te vale qualunque sforzo, sacrificio e compromesso. Potrò sembrare un po’ superficiale, ma ci sono note, testi e voci al risuonare delle quali vivi uno di quei pochi momenti di verità assoluta con te stesso e con il mondo. Ed e’ grazie a quella sensazione, che riprendi carta e penna (virtuali, evidentemente) e decidi di che le grandi emozioni vanno condivise.
Enjoy!


Pearl Jam, un sogno infranto

Erano anni che attendevo questo momento, e come ogni ardente attesa che si rispetti, puntualmente viene disattesa. Comitiva, biglietti e testa… Si, era tutto pronto, ma un trasferimento per motivi di lavoro, a pochi giorni dal concerto, infrange il sogno.

E mi ritrovo qui, a scrivere un annuncio per vendere i biglietti del concerto della vita. Parlo dell’Heineken Jammin’ Festival, data 6 luglio. Sul palco:

La scaletta parla da sola, c’è poco da aggiungere. I biglieti sono 3, acquistabili anche separatamente. I miei contatti li trovate facilmente sul blog , oppure potete fare riferimento all’annuncio su Ebay. Buon concerto!

Block party per Only the brave

Conoscete il Block Party? Aggiungete il tocco fashion di un brand sempre attento ai novi trend, soprattutto street style, come Diesel, e avrete un evento super esclusivo!

Si tratta del concerto realizzato lo scorso 15 maggio nel bel mezzo di Parigi, precisamente Place Stalingrad, in collaborazione con la Grand Crew, per il lancio del profumo “Only the brave”. In pieno stile con i valori e lo spirito originale dell’Hip Hop, sono stati radunati artisti contemporanei ed esponenti della scena musicale: da Hocus Pocus a Sly the Mic passando perAnthony Joseph e David Walters. Esibizioni rigorosamente live, prima di assistere alla jam session eccezionale con l’impertinente ed ecletticoCommon, rappresentante di rilievo dell’Hip Hop East Coast.

Per essere un evento totalmente gratuito, aperto a tutti e tenuto segreto fino all’’ultimo momento, “Only The Brave Block Party” ha dato voce a un pubblico di qualsiasi orientamento: dall’amante dell’hip hop, agli abitanti del quartiere passando per i semplici curiosi. Sicuramente per gli amanti del genere, è un must da non perdere, tanto che in primavera di quest’anno l’evento verrà bissato, chissà se nell’esclusiva chiave Diesel, che a mio parere ha dato quel tocco di unicità al tutto.

Ovviamente non potevo assolutamente perdere l’occasione di regalarvi una parte del concerto.. enjoy it!

“Sponsored Post”

Sponsored Post

Contro la sterile cultura del sospetto

cover-album-arisa-4Come direbbe il “mitologico” personaggio di Santa Maradona interpretato da Libero De Rienzola sregolatezza pura mi esalta“. Ebbene si uscirò fuori dal percorso che avevo intenzione di tracciare su questo blog, per parlare di un qualcosa che purtroppo mi trovo a dover fronteggiare ogni giorno, e che credo sia frutto di quell’involuzione di cui è vittima la società contemporane: la cultura del sospetto.  Dalla rete, ai giornali, alle semplici chiacchiere tra amici, la parola fiducia suona ormai come qualcosa di obsoleto e sconosciuto. Non dico che non ci siano motivi perchè questo non accada, ma pensare di dover dubitare, “inciuciare”, tramare, screditare e chi più ne ha più ne metta francamente mi sfinisce…. Dopo una giornata di lavoro a dir poco “traumatizzante” l’ultima l’ho beccata proprio stasera sull’homepage di MSN. “Arisa:dov’è il bluff ?”Adesso dovete dirmi voi che tipo di bluff può mai esserci dietro una ragazza un po’ strana che ha presentato una piacevole canzonetta al Festival di Sanremo, probabilmente cogliendo al volo un’occasione che altre migliaia e migliaia di persone vorrebbero avere. “L’ex fidanzato mette in dubbio la sua ‘sincerità’ “. Ma di cosa stiamo parlando? Sicuramente una notizia negativa fa “più notizia” di cento positive, ma se dobbiamo metterci a speculare anche sul nulla, devo dire che stiamo proprio alla frutta!