Promozione Intimissimi Supervaluta(ta)

Non so se perché davvero mi sembrasse una buona idea, o perché esaltata dal primo giorno di uscita dall’ufficio in orario consono ad un giro tra esseri umani, decido di recarmi proprio in quel punto vendita Intimissimi nei pressi di Campo de’ Fiori che aderisce all’inziativa 3€ per un reggiseno.

In breve: Intimissimi Supervaluta reggiseni usati per cui indipendentemente dalla marca e dallo stato, nei punti vendita aderenti, hai la possibilità di guadagnare 3€ a reggiseno consegnato, e una coscienza più pulita (???). Parrebbe che i reggiseni servano anche per realizzare pannelli isolanti e fonoassorbenti. Questo è il sito www.ovat-srl.it (non riuscirete ad aprirlo nemmeno dal sito Intimissimi almeno in questo momento).

Comunque arrivata fiera al negozio, presa dall’imbarazzo alla richiesta “Posso aiutarla?” mi affretto a richiedere slip basic senza cuciture. Nella confusione più totale, accenno anche a vecchi reggiseni, portati proprio per aderire all’iniziativa. La commessa per nulla scossa dalla mia affermazione, continua a tirare fuori qualsiasi cosa in tinta con i suddetti slip. Ok va bene, magari anche io mi sono fatta un po’ prendere la mano: ad un certo punto è saltato fuori anche un pigiama. Tralasciando il resto, giunge l’ora di andare alla cassa. Ribadisco la mia smania di partecipare all’iniziativa. La commessa “schizzata” mi chiede quanti reggiseni avessi, io rispondo “quattro!”; lei  per tutta risposta in un crescendo di schizofrenia e risatine mi dice che posso consegnarne solo DUE, parlandomi anche di qualche donna leggendaria dai 30 reggiseni. PENSA TE, che sfacciata!

Lascio in ostaggio la mia merce di scambio, e con prodotti nuovi di zecca acquistati in piccolissima parte con i miei fantastici 6€ (meritatamente guadagnati) e tanta perplessità, me ne torno a casa.

A questo punto mi domando e chiedo: shopaholic io o le modalità di partecipazione non erano poi così chiare? Mea culpa per le “distrazioni” in loco…. O forse anche no….

Non solo griffe a San Valentino

San Valentino alle porte e quale miglior modo di festeggiarlo se non facendosi dimostrare tutto l’amore possibile con un piccolo pensiero?? Griffato possibilmente. Anche se alcuni sondaggi, come quello della BocconiTrovato&Partners, mi smentiscono clamorosamente, credo che le vere fashion addicted nonchè material girls del globo non si faranno sfuggire l’occasione e il piacere di farsi fare (e di fare) qualche regalo davvero di tendenza. Non essendo un guru della moda, ma una semplice appassionata passo a segnalarvi qualcosa di personalissimo gusto.

Partiamo con Patrizia Pepe che per l’occasione ha realizzato due T-shirt, semplicissime a dire il vero, in jersey di cotone con tanto di stampa love oriented. Chanel invece punta sugli accessori, in particolare gioielleria, non facendosi mancare proprio nulla: bracciali, collane e spille… c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Moschino, interpella l’icona dell’eros contemporaneo Dita Von Teese e realizza una chiccosissima mascherina in raso di seta rosa, strass e pizzo nero. Haineken, la prende meno sul serio e, pensando anche ai boy, presenta il gloss al sapore di birra che idrata le labbra di lei e rinfresca lui.

Fuori dal mondo del materiale invece, voglio segnalarvi una bella iniziativa firmata Save the Children: basta scegliere un regalo e la tua dolce metà riceverà una speciale cartolina, quale simbolo di un dono che migliora la vita di un bambino nel mondo, mentre la tua donazione raggiungerà tanti bambini nelle aree in cui Save the Children lavora. Guardate “Animal love” che viralizza l’iniziativa.

Block party per Only the brave

Conoscete il Block Party? Aggiungete il tocco fashion di un brand sempre attento ai novi trend, soprattutto street style, come Diesel, e avrete un evento super esclusivo!

Si tratta del concerto realizzato lo scorso 15 maggio nel bel mezzo di Parigi, precisamente Place Stalingrad, in collaborazione con la Grand Crew, per il lancio del profumo “Only the brave”. In pieno stile con i valori e lo spirito originale dell’Hip Hop, sono stati radunati artisti contemporanei ed esponenti della scena musicale: da Hocus Pocus a Sly the Mic passando perAnthony Joseph e David Walters. Esibizioni rigorosamente live, prima di assistere alla jam session eccezionale con l’impertinente ed ecletticoCommon, rappresentante di rilievo dell’Hip Hop East Coast.

Per essere un evento totalmente gratuito, aperto a tutti e tenuto segreto fino all’’ultimo momento, “Only The Brave Block Party” ha dato voce a un pubblico di qualsiasi orientamento: dall’amante dell’hip hop, agli abitanti del quartiere passando per i semplici curiosi. Sicuramente per gli amanti del genere, è un must da non perdere, tanto che in primavera di quest’anno l’evento verrà bissato, chissà se nell’esclusiva chiave Diesel, che a mio parere ha dato quel tocco di unicità al tutto.

Ovviamente non potevo assolutamente perdere l’occasione di regalarvi una parte del concerto.. enjoy it!

“Sponsored Post”

Sponsored Post

Delusione a tutto GAS!

E’ sempre un bel giorno quando la mattina, di un giorno feriale s’intende, il sole splende e un lungo tour di shopping ti si prospetta all’orizzonte. Con tutto l’entusiasmo del caso, io e la mia amica C. andiamo a fare colazione: cioccolata, panna e una deliziosa brioche.

Il programma è quello di sfruttare una fantastica iniziativa promossa da GAS in collaborazione con GLAMOUR: “sabato 12 dicembre oltre allo sconto una stylist di Glamour e i make-up artist di Diego dalla Palma ti aiuteranno a vestire al tua personalità in linea con le tendenze del momento negli store” . Lo store in questione era proprio quello nei pressi delle Colonne.

E’ inutile dire che quella mattina avevamo messo anche la sveglia per paura di trovarci immerse in un’orda di frenetiche shopaholic, galvanizzate dall’iniziativa. Del resto come noi. Invece, complice i primi raggi di sole (mezzogiorno) o forse il primo pungente freddo, il negozio era stranamente vuoto. Lo specchietto per le allodole aveva funzionato solo con noi due. I truccatori c’erano e forse anche la stylist, ma il bello è che a quei servizi, tanto decantati dal flyer all’interno di Glamour, non si poteva accedere con il solo braccialetto brandizzato GAS (che pure avevamo conservato con tanta cura), ma chiaramente bisognava acquistare. La nostra intenzione non era propriamente quella. Ma se “qualcuno” ci avesse accompagnate nel giro perlustrativo tra un cardigan, una vestito e una camicia, qualcosa forse ci sarebbe scappato. Se fosse stato organizzato tutto un po’ meglio….

Abbandonate a noi stesse in un negozio nel quale forse quel giorno non saremmo entrate, decidiamo di uscire e continuare il nostro giro di shopping. Fortunatamente c’è una legge del contrappasso per ogni occasione: “per ogni vestito non acquistato in un negozio, girando l’angolo, in un altro store, c’è un paio di scarpe che ti aspetta”. E per quel giorno, vissero comunque felici e contente.

Regali equi e solidali

Sarà perchè il Natale è vicino, sarà perchè forse tirano venti decisamenti più miti, ma la bontà sembra pervadere il genere umano, compresa me ovviamente. Solo qualche giorno fa vi ho proposto la “lista dei desideri“, adesso vi parlo di commercio equo e solidale proponendovi Giftee ovvero “regaloso”. Ci piace il neologismo!

Si tratta di un’iniziativa che propone un regalo natalizio semplice e significativo: T-shirt bianche raffiguranti diversi soggetti. Ogni soggetto ha un senso ben preciso: ad esempio abbiamo il cammello, che simboleggia la lotta alla sete e alla fame nel mondo; la tartaruga, il pappagallo e la talpa, la cui simbologia lascerei scoprire a voi interessati che per caso siete capitati su questo post.

Acquistare uno di questi prodotti vuol dire regalarne uno simile ad un bambino che vive nelle, purtroppo, numerose zone povere del mondo. “Tutti i prodotti in vendita e il loro doppione in regalo verranno numerati, creando una sorta di associazione per coppie di numeri che partecipano ad un’astratta “caccia al tesoro”: forse un giorno nel mondo troverò qualcuno che possiede il gemello del mio oggetto, con lo stesso numero di quello che possiedo io…” (cit.)

Anche questa, un bella idea regalo!

Herbal Essences Day

Martedì 24 Novembre si è svolto, al quarto piano dello strepitoso Nhow Hotel, quello che mi piacerebbe definire (e perchè no istituire) l’Herbal Essence Day. In realtà si è trattato di un incontro, molto ristretto e decisamente piacevole, con la responsabile delle relazioni estere della P&G Italia e con l’hair guru Ben Cooke, brand ambassador Herbal Essences nonchè hair stylist di Victoria Beckham e Leona Lewis.

Ho parlato di incontro piacevole proprio perché le conversazioni, pur vertendo logicamente sul prodotto con qualche piccola incursione in una strategia di copy sfacciata a tratti esilarante (“gli abbracci voluttuosi di Herbal Essences” o “la fragranza ti permette di avere un impatto più emotional“),  hanno avuto come oggetto l’utilizzo pratico del prodotto. Ci hanno instradato con consigli mirati verso la tipologia più adatta, ognuna di noi ha potuto parlare del proprio “problema” con acconciature, colore e capello crespo (recidivo). In pratica sembrava una vera e propria chiacchierata tra amiche con tutti i vezzi e “femminerie” del caso.

La disponibilità al dialogo è stata massima:  non sono mancate, infatti, domande provocatorie sulla questione della pesantezza dell’INCI e l’eccessivo uso di siliconi, cui sono state date risposte difficilmente contestabili come il totale rispetto delle norme basilari per la composizione dell’elenco di cui sopra e il dosaggio di silicone realizzato in maniera specifica in base alla linea.

In conclusione è stato davvero un bel pomeriggio sia per me che per i miei capelli che a breve riceveranno un fantastico trattamento “scintille di luce” così potrò anche io essere sunny, easy, funny, sporty, chic (come suggerisce Gio) e ridare splendore a questo tetro e deprimente tempo milanese.

Ringraziamenti: Umberto, le blogger intervenute, P&G e Ben Cooke.

In an Absolut world

Oggi voglio trasportarvi in an Absolut world, per farvi ubriacare di arte eAbsolut Rock Edition_2 stile.

Chi, come me, si trova a passare per le Colonne di San Lorenzo a Milano, deve aver assolutamente notato la mega istallazione brandizzata Absolut. L’autore è Keith Haring, ma da gennaio 2010 potrebbe essere uno di voi. Grazie al contest Absolut you wall 2.0 saranno scelti i protagonisti del progetto Absolut wallpaper. Chiunque lo desideri, e abbia l’estro creativo necessario, può dare il proprio apporto per creare la prossima Wallpaper e trasformare il sogno in una realtà da vivere. Basta registrarsi sul sito www.absolut.it e fare l’upload di una foto, una frase o un oggetto che rappresenti il proprio mondo ideale “In An Absolut World” nella media gallery dedicata al contest 2.0.

Ma il mondo Absolut non smette di stupire e, per rendere omaggio all’età d’oro del rock, mostra la sua anima più dark, con il lancio della nuova Absolut Rock Edition, proponendo in esclusiva anche un nuovo cocktail ABSOLUT HIGHROLLER di cui ora vi posterò il mix:

2 parti di Absolut Vodka

1 parte di Champagne

da servire in un rock cocktail glass con ghiaccio
Provatelo e fatemi sapere!

Voci precedenti più vecchie