Akuel Skyn: il sesso come dovresti sentirlo!

Secondo il Kamasutra il sesso è lo sport dell’amore, ma anche un modo per entrare in sintonia con il proprio partner: sopra, di lato, farfalla, seduti, stesi, 69, in piedi, ….

Akuel sembra aver colto appieno questo spirito, tanto da aver inventato un condom rivoluzionario! D’ora in poi il sesso si potrà davvero sentire grazie all’effetto “seconda pelle” dei nuovi Akuel Skyn …. come se il tuo partner non indossasse nulla.

Come è possibile? Il merito è tutto di un nuovissimo materiale completamente anallergico:

Il Sensoprene è un innovativo materiale, quasi impercettibile, più liscio e flessibile di un comune preservativo in lattice, ma che garantisce la stessa resistenza.
Rispetto al lattice il Sensoprene™ è più confortevole, più semplice da srotolare e indossare e si adatta meglio all’anatomia del corpo.

Che dire l’importante è sentirlo, commentarlo, votarlo e chi più ne ha più ne metta!!

PS: si ringrazia Spazio2D per la collaborazione al video

Akuel Skyn
skyn your partner
preservativi

Sponsored Post

Share hosted by Wikio

Annunci

Pearl Jam, un sogno infranto

Erano anni che attendevo questo momento, e come ogni ardente attesa che si rispetti, puntualmente viene disattesa. Comitiva, biglietti e testa… Si, era tutto pronto, ma un trasferimento per motivi di lavoro, a pochi giorni dal concerto, infrange il sogno.

E mi ritrovo qui, a scrivere un annuncio per vendere i biglietti del concerto della vita. Parlo dell’Heineken Jammin’ Festival, data 6 luglio. Sul palco:

La scaletta parla da sola, c’è poco da aggiungere. I biglieti sono 3, acquistabili anche separatamente. I miei contatti li trovate facilmente sul blog , oppure potete fare riferimento all’annuncio su Ebay. Buon concerto!

Absolut Wallpaper: street art alle Colonne

Un po’ di tempo fa vi avevo parlato del contest Absolut YouWall 2.0, ovviamente sponsorizzato dalla celebre Vodka. Lo scopo dell’iniziativa era ridisegnare e colorare gli spazi urbani più vuoti tramite istallazioni, per l’occasione , Absolut Wallpaper.

Lo scorso 21 gennaio la prima user generated wallpaper è approdata sul muro delle Colonne di San Lorenzo di Milano, con un grande evento che ha ospitato la performance di Ozmo, noto street artist italiano.

Beh se in questi giorni vi trovate in zona, dategli un’occhiata, è veramente spettacolare!

Block party per Only the brave

Conoscete il Block Party? Aggiungete il tocco fashion di un brand sempre attento ai novi trend, soprattutto street style, come Diesel, e avrete un evento super esclusivo!

Si tratta del concerto realizzato lo scorso 15 maggio nel bel mezzo di Parigi, precisamente Place Stalingrad, in collaborazione con la Grand Crew, per il lancio del profumo “Only the brave”. In pieno stile con i valori e lo spirito originale dell’Hip Hop, sono stati radunati artisti contemporanei ed esponenti della scena musicale: da Hocus Pocus a Sly the Mic passando perAnthony Joseph e David Walters. Esibizioni rigorosamente live, prima di assistere alla jam session eccezionale con l’impertinente ed ecletticoCommon, rappresentante di rilievo dell’Hip Hop East Coast.

Per essere un evento totalmente gratuito, aperto a tutti e tenuto segreto fino all’’ultimo momento, “Only The Brave Block Party” ha dato voce a un pubblico di qualsiasi orientamento: dall’amante dell’hip hop, agli abitanti del quartiere passando per i semplici curiosi. Sicuramente per gli amanti del genere, è un must da non perdere, tanto che in primavera di quest’anno l’evento verrà bissato, chissà se nell’esclusiva chiave Diesel, che a mio parere ha dato quel tocco di unicità al tutto.

Ovviamente non potevo assolutamente perdere l’occasione di regalarvi una parte del concerto.. enjoy it!

“Sponsored Post”

Sponsored Post

SuperBabbo: speriamo salvi il Natale!

Era una notte probabilmente buia e tempestosa, e oscure forze del male decisero di attentare alla buona riuscita del Natale.

In prima battuta  piazzarono una bomba sotto un gigantesco pacco regalo. Il tempo scorreva inesorabile e il fastidioso ticchettio dell’orologio segnava ogni singolo secondo, dalla fine del Natale

Quando apparire come per magia un misterioso personaggio coperto da un mantello, forse sarà SuperBabbo! Ma si, è lui ed ha sventato la catastrofe! Ma il male non era finito, dopo l’insuccesso dell’attento al pacco regalo, toccava al sequestro della renna: oddio poverina, legata ai binari! Il treno la ucciderà

Ma eccolo sempre pronto ad intervenire il nostro misterioso SuperBabbo! Per ora tutto sembra essere andato per il meglio, ma ancora una serie di dubbi attanagliano i nostri pensieri: sarà stata la “Crisi” ad organizzare tutto questo? Chi salverà definitivamente il nostro Natale?

Speriamo bene….

Herbal Essences Day

Martedì 24 Novembre si è svolto, al quarto piano dello strepitoso Nhow Hotel, quello che mi piacerebbe definire (e perchè no istituire) l’Herbal Essence Day. In realtà si è trattato di un incontro, molto ristretto e decisamente piacevole, con la responsabile delle relazioni estere della P&G Italia e con l’hair guru Ben Cooke, brand ambassador Herbal Essences nonchè hair stylist di Victoria Beckham e Leona Lewis.

Ho parlato di incontro piacevole proprio perché le conversazioni, pur vertendo logicamente sul prodotto con qualche piccola incursione in una strategia di copy sfacciata a tratti esilarante (“gli abbracci voluttuosi di Herbal Essences” o “la fragranza ti permette di avere un impatto più emotional“),  hanno avuto come oggetto l’utilizzo pratico del prodotto. Ci hanno instradato con consigli mirati verso la tipologia più adatta, ognuna di noi ha potuto parlare del proprio “problema” con acconciature, colore e capello crespo (recidivo). In pratica sembrava una vera e propria chiacchierata tra amiche con tutti i vezzi e “femminerie” del caso.

La disponibilità al dialogo è stata massima:  non sono mancate, infatti, domande provocatorie sulla questione della pesantezza dell’INCI e l’eccessivo uso di siliconi, cui sono state date risposte difficilmente contestabili come il totale rispetto delle norme basilari per la composizione dell’elenco di cui sopra e il dosaggio di silicone realizzato in maniera specifica in base alla linea.

In conclusione è stato davvero un bel pomeriggio sia per me che per i miei capelli che a breve riceveranno un fantastico trattamento “scintille di luce” così potrò anche io essere sunny, easy, funny, sporty, chic (come suggerisce Gio) e ridare splendore a questo tetro e deprimente tempo milanese.

Ringraziamenti: Umberto, le blogger intervenute, P&G e Ben Cooke.

Fuga metaforica con Nokia

L’idea della fuga intesa in senso metaforico come allontanamento dal luogo comune mi sembra un ottimo tema da sviluppare e ringrazio Umberto per avermi coinvolto in questa iniziativa promossa da Nokia per il lancio di un advergame relativo al nuovo servizio Ovi Maps.

I luoghi comuni sui kebbabari si sprecano, almeno in Italia e per quello che la mia esperienza diretta mi permette di raccontare.

Si ricordano 5 lontani anni fa quando in una città ben nota del sud, la piazza, come ogni sabato sera, era gremita di gente. Le fatiche scolastiche, universitarie e lavorative della settimana, sembravano essere per tutti un lontano ricordo. L’allegria scorreva a fiumi, come del resto l’alcol. Persino  nei suoi più stretti e remoti affluenti , i vicoli. Ad un certo punto, e ad una ben più che tarda ora, un inaspettato rumore di vetri  rotti irrompe nel caos generale. Il silenzio. Poi le urla. E la rissa comincia. Ovviamente trovarmi in una bolgia infernale del genere, con altre due mie amiche (e se i conti tornano, sommandoci dovremmo essere tre ragazze) in una rissa di piazza non è proprio ideale. Ci dirigiamo verso quei famosi vicoli, e troviamo rifugio presso un “kebbaro”. Kebbabaro in italiano spesso (e purtroppo) è sinonimo di luogo poco sicuro e pieno di brutti ceffi, spesso sudicio e puzzolente. In realtà così non si è rivelato.

Il kebbabaro di turno ci ha dato “asilo” con ospitalità degna delle migliori famiglie meridionali, offrendoci anche da bere e da mangiare. In realtà è un piccolo aneddoto, raccontato forse con troppe parole. Ma è la mia personale e piccolissima fuga dal luogo comune del kebbabaro, troppo spesso indicata come fucina carica tensioni sociali, sulla rotta della caduta dei pregiudizi.

 

Voci precedenti più vecchie